Stanchezza cronica: chi ha l’ulcera peptica rischia di più

Il rischio di sviluppare la sindrome da stanchezza cronica (CFS) aumenta nelle persone che hanno un’ulcera peptica, specialmente nelle donne e nella popolazione più anziana, secondo uno studio pubblicato su Scientific Reports.


La sindrome da stanchezza cronica viene definita come stanchezza ricorrente o persistente inspiegabile che si presenta per almeno sei mesi consecutivi. Nel suo sviluppo hanno un ruolo fondamentale la via immuno-infiammatoria, infezioni batteriche e altre cause.


“Sappiamo che l’infezione da Helicobacter pylori è una delle cause più comuni di infiammazione intestinale, e che può portare alla malattia da ulcera peptica. A partire da questa eziologia infiammatoria infettiva abbiamo voluto analizzare il rischio di sviluppo della sindrome da stanchezza cronica nei pazienti con e senza ulcera peptica” spiega Chien-Feng Kuo, del Mackay Medical College, New Taipei City, Taiwan, primo nome dello studio.


I ricercatori hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo a livello nazionale identificando i pazienti con o senza ulcera peptica nel Longitudinal Health Insurance Database 2000 di Taiwan.


L’analisi dei dati ha mostrato che l’incidenza complessiva di sindrome da stanchezza cronica era più alta nella coorte con ulcera peptica rispetto alla coorte che non la presentava, anche dopo aggiustamenti dell’analisi per età, sesso e comorbilità. Analizzando l’incidenza specifica per età della sindrome da stanchezza cronica, gli esperti hanno visto che la densità di incidenza aumentava con l’età in entrambe le coorti.


“Speriamo che questi risultati possano essere utili per capire come impedire alle infezioni comuni di progredire fino a causare condizioni croniche debilitanti come la sindrome da stanchezza cronica” concludono gli autori.


Fonte: Scientific Reports

IT-NON-04409-W-04/2023