Stress al lavoro e poco movimento fanno aumentare il rischio di ipertensione

La combinazione di elevato stress lavorativo e basso livello di attività fisica nel tempo libero è stata associata al più alto rischio di ipertensione, secondo uno studio pubblicato su Epidemiology and Health.

“Lo stress lavorativo è positivamente associato all’ipertensione incidente, mentre l’aumento dell’attività fisica nel tempo libero (LTPA) può ridurla. Tuttavia, le associazioni congiunte di stress lavorativo e LTPA con ipertensione incidente tra i lavoratori statunitensi devono ancora essere indagate” spiega Xinyue Liu, della University of California, Los Angeles, primo nome dello studio.

I ricercatori hanno voluto esaminare le associazioni indipendenti e congiunte tra stress lavorativo e LTPA con ipertensione incidente in una coorte di 1.160 persone che partecipavano allo studio Midlife in the United States (MIDUS) basato sulla popolazione. Le associazioni di stress lavorativo e LTPA al basale con ipertensione incidente durante il follow-up sono state esaminate utilizzando modelli di rischio proporzionale di Cox. L’elevata tensione lavorativa è stata derivata da una combinazione di elevate richieste di lavoro e basso controllo sul lavoro, e un LTPA elevato è stato definito come impegno in LTPA moderato o vigoroso almeno una volta alla settimana.

Durante i 9.218 anni-persona di follow-up, il tasso di incidenza dell’ipertensione è stato di 30,6 per 1.000 anni-persona. Un elevato stress lavorativo è stato associato a un rischio maggiore di ipertensione rispetto a un basso stress lavorativo. Un LTPA elevato era associato a un rischio ridotto di ipertensione rispetto a un LTPA basso. Il rischio di ipertensione era maggiore tra i lavoratori con elevato stress lavorativo e basso LTPA rispetto a quelli con basso stress lavorativo e alto LTPA.

Fonte: Epidemiol Health. 2022

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/36108671/

IT-NON-07687-W-09/2024