Trovato potenziale marcatore del successo dell’immunoterapia

Studiando il cancro al polmone, i ricercatori hanno scoperto un potenziale marcatore per il successo dell’immunoterapia che sarebbe valido anche per il melanoma.


K-Ras è una proteina G monomerica che gioca un ruolo chiave nella crescita dei tumori maligni. I carcinomi polmonari KRAS-mutati si verificano frequentemente nei polmoni cronicamente infiammati, in particolare nei forti fumatori. I processi infiammatori promuovono la crescita delle cellule tumorali.


Il gruppo di ricerca ha ora dimostrato che l’espressione della proteina A20, altamente antinfiammatoria, che si forma nel corpo stesso, è spesso molto bassa in queste cellule maligne e che esiste una correlazione diretta tra l’aspettativa di vita di un paziente e l’espressione di questa proteina. La perdita di A20 porta infatti a una sorveglianza immunitaria declassata delle cellule tumorali. Le cellule tumorali con bassi livelli di A20 sono in grado di sfuggire al rilevamento da parte del sistema immunitario e questo si traduce in una crescita tumorale significativamente più veloce.


Nel corso di questo studio, i ricercatori hanno visto che le cellule tumorali con A20 downregolato hanno risposto particolarmente bene agli inibitori del checkpoint immunitario, allo stesso modo dei pazienti che soffrono di melanoma.


In un ulteriore studio, i ricercatori vogliono scoprire se è possibile manipolare l’espressione di A20 nelle cellule tumorali, per intensificare l’effetto delle immunoterapie.


Fonte: Science Translational Medicine

IT-NON-05200-W-07/2023