Tubercolosi: sviluppo di scale di autogestione

La tubercolosi rimane una delle principali minacce per la salute pubblica mondiale e, inoltre, per quanto riguarda il suo controllo, la terapia direttamente osservata non è adatta come strategia globale per tutti i pazienti colpiti. L’autogestione può quindi essere un’importante integrazione alla terapia direttamente osservata per la gestione dei casi di tubercolosi incentrata sul paziente. Tuttavia, attualmente non esiste uno strumento consolidato per misurare l’autogestione dei pazienti e i ricercatori si sono perciò proposti di sviluppare e validare una scala adatta.

Dapprima è stata disegnata una scala basata sul quadro degli indicatori di promozione della salute dei pazienti affetti da tubercolosi sviluppato dal gruppo di ricerca stesso. Poi, dopo l’analisi degli item e due cicli di analisi fattoriale esplorativa, è stata sviluppata una versione finale della scala che è stata convalidata attraverso un’indagine su 462 pazienti affetti da tubercolosi. I coefficienti di correlazione intraclasse e α di Cronbach sono stati utilizzati per valutare l’affidabilità, mentre i coefficienti di correlazione di Pearson per valutare la validità del contenuto.

I risultati ottenuti hanno evidenziato come la scala, composta da 17 item in tre dimensioni (“comportamento di aderenza al trattamento”, “comportamento di prevenzione della trasmissione” e “comportamento terapeutico di supporto”), sia stata capace di spiegare il 76,60% della varianza. Inoltre, l’analisi di correlazione di Pearson ha mostrato che ogni item era fortemente correlato con la dimensione a cui apparteneva e la maggior parte degli indici di adattamento (Comparative Fit Index, Normed Fit Index, Incremental Fit Index, Goodness of fit index) ha raggiunto la soglia raccomandata.

La scala di autogestione per i pazienti affetti da tubercolosi ha dimostrato una buona affidabilità e validità, risultando un utile strumento atto a valutare l’autogestione dei pazienti. Inoltre, potrebbe essere utilizzata per sviluppare interventi di autogestione basati sull’evidenza e valutare tali decisioni.

BMC Infectious Disease – https://doi.org/10.1186/s12879-022-07483-3

https://bmcinfectdis.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12879-022-07483-3

IT-NON-07229-W-06/2024