Tumore stromale duodenale gastrointestinale: i fattori che influenzano la scelta dell’intervento chirurgico

Il tumore stromale duodenale gastrointestinale (DGIST) è un tumore raro con una specifica sede anatomica e caratteristiche biologiche. Poiché l’incidenza di metastasi linfonodali è molto bassa, il principale metodo di trattamento è la chirurgia. Nei pazienti con DGIST vengono eseguite due principali tecniche chirurgiche (resezione locale e Whipple).


Uno studio pubblicato dal World Journal of. Gastrointestinal Oncology identifica i fattori che influenzano la scelta della chirurgia per i DGIST.


I ricercatori hanno analizzato i dati clinicopatologici dei pazienti con DGIST sottoposti a intervento chirurgico tra gennaio 1999 e gennaio 2021. Hanno analizzato 86 pazienti, di cui 43 uomini (50%) e 43 donne (50%) divisi in due gruppi in base alla tecnica chirurgica (resezione locale o chirurgia di Whipple). Le dimensioni del tumore, la posizione del tumore, il grado di rischio, la degenza ospedaliera postoperatoria e il tempo di drenaggio addominale erano significativamente differenti tra i due gruppi.


Sulla base dell’analisi logistica univariata, la procedura di Whipple è stata scelta se la dimensione del tumore era ≥ 5,0 cm, il tumore era localizzato nella parte discendente del duodeno o il grado di rischio era medio o alto. Il tasso di sopravvivenza globale a cinque anni dei pazienti è stato superiore al 90%.


Fonte: World Journal of Gastrointestinal Oncology

IT-NON-05338-W-09/2023