UK, lo svantaggio sociale ha un impatto duraturo sull’asma infantile

I bambini che sperimentano uno svantaggio sociale nei loro primi anni di vita hanno un rischio notevolmente aumentato di asma persistente in età adulta. Sono questi i risultati di un recente studio, che ha coinvolto migliaia di bambini del Regno Unito e il loro rischio di asma persistente da adolescenti.


I ricercatori hanno utilizzato i dati di quasi 7.500 bambini nati nel Regno Unito tra il 2000-2002.


Confrontando gli impatti relativi di una serie di circostanze di vita sul rischio di asma (come il peso alla nascita, il fumo dei genitori, la qualità degli alloggi e il quartiere), l’analisi ha scoperto che nascere in circostanze svantaggiate ha aumentato la probabilità di sviluppare l’asma persistente del 70%, con quasi due terzi (il 59%) del rischio attribuibile alle esposizioni precoci (prima che i bambini hanno raggiunto i tre anni).


I bambini provenienti da ambienti più poveri, che vivono in circostanze svantaggiate, tendono ad avere un rischio molto più elevato di sviluppare l’asma, ma hanno anche più attacchi di asma, ricoveri in ospedale e hanno più probabilità di morire di asma.


Per gli autori del lavoro, se si vuole evitare che i bambini svantaggiati raggiungano l’adolescenza e l’età adulta in condizioni di salute peggiori dei loro coetanei, è necessario migliorare le condizioni durante la gravidanza e l’infanzia e ridurre le disuguaglianze nel corso della vita.


Fonte: Thorax

IT-NON-05681-W-10/2023