Ulcera: averla influenza la presenza di varie zone di infiammazione gastroduodenali

I pazienti con ulcera presentano una mappa infiammatoria gastroduodenale diversa da quella delle persone senza ulcera con dispepsia o reflusso, e sono caratterizzati da una maggiore frequenza di gastrite cronica superficiale nel corpo e di gastrite cronica atrofica nell’antro, e da un’altissima frequenza di duodenite prossimale, secondo uno studio pubblicato sul Mexican Journal of Gastroenterology.

“La mucosa gastrica è stata studiata fin dall’era pre-Helicobacter pylori (H. pylori), ma le descrizioni complete dello stomaco e del duodeno sono state aneddotiche, e quelle del duodeno distale, eccezionali. Il nostro scopo era di valutare le diverse caratteristiche epidemiologiche e lo stato infiammatorio gastroduodenale in pazienti con sintomi del tratto gastrointestinale superiore” spiega Antonio Caballero-Mateos, della Universidad de Granada, in Spagna, co-autore dello studio.

I ricercatori hanno valutato i dati di 138 pazienti suddivisi in base all’assenza di ulcera (dispepsia funzionale e MRGE) oppure alla presenza di ulcera (ulcera peptica e ulcera duodenale). Sono stati prelevati 10 campioni bioptici (due dal corpo, tre dall’antro, tre dal duodeno prossimale e due dal duodeno distale) in ciascun paziente per lo studio istologico e microbiologico.

La prevalenza di dispepsia, dispepsia funzionale e H. pylori è stata rispettivamente dell’80,4%, 69,4% e 82,6%. La frequenza della gastrite cronica superficiale nel corpo è stata significativamente più alta nel gruppo con ulcera rispetto al gruppo senza, mentre era presente più gastrite atrofica cronica nell’antro nel gruppo con ulcera. La duodenite era significativamente più frequente nel gruppo con ulcera rispetto al gruppo senza ulcera, sia nel duodeno prossimale che in quello distale. La pangastroduodenite è stata una significativamente presente nel gruppo con ulcera. In entrambi i gruppi, la gastrite cronica (corpo e antro) e la duodenite (prossimale e distale) erano significativamente correlate alla presenza di H. pylori. La duodenite prossimale non è stato un reperto raro nella dispepsia funzionale (37,7%) ed è stata due volte più frequente della duodenite distale (16,9%).

Fonte: M R Caballero-Plasencia et al – Rev Gastroenterol Mex 2022 May

IT-NON-06986-W-05/2024