Ulcera perforata: perdite post-intervento hanno una morbilità post-operatoria significativa

Le perdite gastrointestinali che si verificano dopo la riparazione chirurgica dell’ulcera peptica perforata sono associate a una significativa morbilità postoperatoria. Questo è quanto riferisce uno studio pubblicato su American Surgeon, in cui si sottolinea che l’ipoalbuminemia e le perforazioni duodenali sono fattori di rischio significativi per le perdite postoperatorie.


“Esistono studi limitati sull’impatto delle perdite postoperatorie sull’ulcera peptica perforata, e risultati contrastanti sul posizionamento di un drenaggio di routine nella riparazione chirurgica di queste ulcere. Abbiamo cercato di identificare i fattori di rischio per la perdita gastrointestinale dopo la riparazione chirurgica dell’ulcera peptica perforata per guidare meglio le decisioni intraoperatorie sul posizionamento del drenaggio” spiega Sarah Lund, della Mayo Clinic, Rochester, USA, prima autrice del lavoro.


I ricercatori hanno studiato 175 pazienti sottoposti a riparazione chirurgica di ulcera peptica perforata, e hanno confrontato gli individui che avevano sviluppato una perdita (17%) con quelli che non lo hanno fatto. Sia l’ipoalbuminemia (albumina < 3.5 g/dL) che le ulcere duodenali sono state identificate come fattori di rischio significativi per la perdita. Non è stata trovata alcuna differenza significativa tra i gruppi con perdite e senza perdite per quanto riguardava il grado di gravità della malattia, la tecnica di riparazione o l’uso preoperatorio di tabacco, alcol o steroidi. Le perdite post-operatorie sono state associate a degenza ospedaliera prolungata (29 giorni rispetto a 10), aumento dei tassi di complicanze (77% rispetto a 48%) e aumento dei tassi di reintervento (73% rispetto a 26%). Non è stata identificata alcuna differenza nelle caratteristiche del paziente o nei tassi di perdita operativa tra i pazienti a cui erano stati posizionati drenaggi all’operazione indice e quelli a cui non erano stati posizionati.


Fonte: Am Surg. 2021

IT-NON-05948-W-11/2023