Uomini diabetici, quando fare attività fisica?

Esiste una correlazione tra i momenti della giornata in cui un uomo con diabete di tipo 2, obeso o in sovrappeso, pratica attività fisica da moderata a vigorosa e i rischi per la sua salute.


Questo è quanto riferiscono Jingyi Qian, del Brigham and Women’s Hospital, e il suo gruppo di lavoro, in uno studio pubblicato su Diabetes Care.


I ricercatori hanno analizzato i dati di base dello studio Look AHEAD (Action for Health in Diabetes), un’indagine clinica randomizzata iniziata nel 2001 che ha monitorato la salute di oltre 5.000 persone con diabete di tipo 2 e sovrappeso o obesità in più centri di cura, e hanno considerato per il loro studio i dati di 2.035 persone che avevano misurato oggettivamente l’attività fisica al basale tramite alcuni accelerometri indossati sull’anca per una settimana all’inizio dello studio.


I ricercatori hanno monitorato i momenti in cui le persone hanno svolto attività quotidiana da moderata a intensa, e, per valutare il livello di rischio dei partecipanti di soffrire di malattia coronarica nei quattro anni successivi, hanno utilizzato l’algoritmo di rischio di Framingham specifico per sesso.


Ebbene, hanno visto che gli uomini che hanno svolto attività fisica al mattino hanno avuto rischi più elevati di sviluppare malattia coronarica, indipendentemente dalla quantità e dall’intensità dell’attività fisica settimanale, mentre quelli più attivi a mezzogiorno hanno mostrato un fitness cardiorespiratorio più basso. Nelle donne, invece, non è stata trovata un’associazione tra il tempo di attività specifica e il rischio di malattia cardiovascolare o il fitness cardiorespiratorio.


Gli esperti ritengono che il messaggio di fondo per questa popolazione di pazienti rimanga quello di fare esercizio fisico ogni volta che è possibile, poiché fornisce benefici significativi per la salute. “Tuttavia, chi studia gli effetti dell’attività fisica dovrebbe prendere in considerazione il momento della giornata in cui si fa questo esercizio come ulteriore considerazione in modo da poter dare migliori raccomandazioni al pubblico in generale su come l’ora del giorno possa influenzare il rapporto tra esercizio e salute cardiovascolare” afferma Qian.


Le differenze fisiologiche specifiche per sesso potrebbero aiutare a spiegare il fatto che questa situazione si sia presentata solo per i maschi, ma i ricercatori osservano che potrebbero essere in gioco anche altri fattori, e non è chiaro il motivo per cui un’attività specifica svolta in momenti diversi possa essere associata a differenti livelli di salute e forma fisica. “Abbiamo creato una metodologia valida per caratterizzare i partecipanti in base al momento della giornata della loro attività fisica, e questo consentirà ai ricercatori di svolgere altri studi e approfondire la questione” concludono gli autori.


Fonte: Diabetes Care 2021

IT-NON-04115-W-03/2023