Variazioni neuroanatomiche tra pazienti affetti da autismo

Il disturbo dello spettro autistico (ASD) è altamente eterogeneo. L’identificazione delle differenze individuali nella neuroanatomia del cervello potrebbe fornire importanti informazioni per la diagnosi e la messa a punto di interventi personalizzati. I ricercatori del Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze del Boston College hanno usato l’intelligenza artificiale per analizzare le differenze tra le risonanze magnetiche di oltre mille individui con un disturbo dello spettro autistico. Hanno scoperto che le differenze neuroanatomiche erano correlate a differenze nei sintomi. I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Science.

Studi precedenti che hanno indagato le differenze individuali nell’anatomia cerebrale all’interno dell’autismo, ma non hanno separato le caratteristiche specifiche dell’ASD da altre differenze individuali non correlate nella neuroanatomia, rendendo difficile lo studio delle relazioni tra neuroanatomia e sintomi, osserva Aidas Aglinskas, ricercatore post-dottorato del Boston College e co-autore dell’articolo.

Il team ha creato una simulazione di come sarebbe il cervello di ogni individuo con ASD se non avesse un disturbo dello spettro autistico. Ciò è stato reso possibile da una nuova tecnica di intelligenza artificiale, che separa le differenze individuali nell’anatomia del cervello in caratteristiche specifiche dell’ASD e non correlate all’ASD, ha riferito il team.

“Siamo rimasti sorpresi di scoprire che, nonostante l’osservazione di una grande quantità di variazione nell’anatomia cerebrale tra individui con ASD lungo più dimensioni, gli individui non si raggruppavano in sottotipi distinti e categoriali come si pensava in precedenza”, ha affermato Aglinskas. “A livello di anatomia cerebrale, le differenze individuali all’interno dell’ASD sono rappresentate lungo dimensioni continue”.

In ricerche future gli scienziati cercheranno di comprendere più in dettaglio come queste differenze neuroanatomiche influenzino il comportamento.

Fonte: Contrastive machine learning reveals the structure of neuroanatomical variation within autism. DOI: 10.1126/science.abm2461

https://www.science.org/doi/10.1126/science.abm2461

IT-NON-07268-W-06/2024