ROSOLIA



La rosolia è una malattia acuta, virale ed esantematica1.

Il virus della rosolia è trasmesso per via aerea dai soggetti infetti. La patologia colpisce prevalentemente i bambini ed è generalmente lieve: non è sempre sintomatica e in circa la metà dei casi non viene notata1.

Quando una persona contrae l’infezione, il virus si diffonde nel corpo in 5-7 giorni. I sintomi solitamente appaiono dopo 2 o 3 settimane dall’esposizione. Nella sua forma clinica tipica, la malattia è caratterizzata da un rash eritematoso transitorio con febbre moderata, congiuntivite, nausea, rinite e adenopatia suboccipitale (rigonfiamento dei linfonodi della nuca). Il rash, che occorre nel 50–80% dei casi, generalmente si manifesta prima sul viso e sul collo e progredisce successivamente sul resto del corpo, permane per circa 1-3 giorni. Gli adulti che vengono infettati, più frequentemente donne, possono sviluppare artrite e dolore articolare che permane per 3–10 giorni1.

Quando una donna viene infettata dalla rosolia durante il primo trimestre di gravidanza, ha il 90% di possibilità di passare il virus al feto, una condizione particolarmente pericolosa nota come Sindrome della Rosolia Congenita o CRS (Congenital rubella syndrome). Nel caso di CRS, i bambini sviluppano malformazioni oftalmiche, uditive, cardiache e craniofacciali che sono più gravi quando la trasmissione avviene nella prima fase della gravidanza. Nei casi più gravi la CRS può portare alla morte del feto1.

Poiché il serbatoio del virus è esclusivamente umano, l’eradicazione è teoricamente possibile. Nel 2001 si è costituita a questo scopo la “Measles & Rubella Initiative (M&R Initiative)”, una partnership globale guidata da Croce Rossa America, Nazioni Unite, Centers for Disease Control and Prevention (CDC), UNICEF and WHO. La missione della M&R Initiative è che nessun bambino muoia di morbillo o nasca con la Sindrome della Rosolia Congenita. Questo si traduce in obiettivi concreti: riduzione delle morti da morbillo del 95% entro il 2015; raggiungimento dell’eliminazione di morbillo e rosolia in almeno 5 regioni WHO entro il 20202.

Nell’Aprile 2015, l’ America è stato il primo paese al mondo ad essere dichiarato libero dalla diffusione endemica della rosolia2.

Link Utili

http://www.salute.gov.it/
http://measlesrubellainitiative.org/
http://www.vaccinarsi.org/



Bibliografia

IT-NON-00472-W-05/2023