cookies
 
  • Profilo
  • Esci
  • |   Numero Verde 800.23.99.89
Imagen News

Leucemie e linfomi linfoblastici acuti negli adolescenti e giovani adulti

13-02-2018
Popular Science
 
 
Rispetto alle fasce d’età più giovani ed anziane, l’incidenza della leucemia linfoblastica acuta e del linfoma linfoblastico acuto è aumentata maggiormente nella popolazione costituita da adolescenti e giovani adulti, ma la causa del fenomeno è ignota.

Per quanto riguarda l’ultimo decennio, soltanto la metà dei pazienti che rientravano in questa fascia d’età sono riusciti a sopravvivere per 10 anni. Sussistono forti evidenze a favore di regimi di trattamento di stampo “pediatrico” piuttosto che “adulto” per gli adolescenti ed i giovani adulti in termini di tassi di sopravvivenza, tempi di degenza ospedaliera, tossicità, effetti tardivi e qualità della vita sia durante che dopo il trattamento.

In alcuni sottogruppi di pazienti con leucemia linfoblastica acuta di tipo Philadelphia, la cui incidenza ha un picco in questa fascia d’età, sono clinicamente accessibili agenti mirati, ma i team terapeutici dovrebbero apprezzare le complesse implicazioni psicosociali che si verificano in questi pazienti allo scopo di massimizzare l’aderenza ai complessi e prolungati piani terapeutici che si svolgono durante gli anni dell’adolescenza e della giovinezza.

Fonte: Pediatr Blood Cancer online 2018
 
Per visualizzare tutte le notizie di MSD Salute, accedi con le tue credenziali o registrati gratuitamente.