cookies

Traumi cerebrali e BPPV

La patogenesi delle recidive della vertigine posizionale parossistica benigna (BPPV) è stata sinora scarsamente compresa.

E'stato dunque condotto uno studio allo scopo di valutare le disfunzioni secondarie degli otoliti mediante il test dei potenziali miogenici evocati vestibolari (VEMP) nella patogenesi delle recidive della BPPV a seguito di lievi traumi cerebrali.

Sono stati presi in considerazione 42 pazienti, suddivisi in due gruppi in base all’evenienza delle recidive. In 4 pazienti con recidiva sono state registrate risposte anomale ai VEMP cervicali, e lo stesso è accaduto in 5 pazienti che non hanno manifestato recidive, senza alcuna differenza significativa fra i due gruppi.

Di contro, sono state registrate risposte anomale ai VEMP oculari in 9 pazienti con recidiva ed in 6 pazienti senza recidiva, ed in questo caso la differenza fra i due gruppi è risultata significativa.

Lo studio ha dimostrato che le anomalie ai VEMP oculari a seguito della recidiva delle BPPV dopo un trauma cerebrale sono significativamente più frequenti rispetto a quanto riscontrato nei pazienti che non manifestano recidive e pertanto, è possibile concludere che le disfunzioni ventricolari secondarie potrebbero rappresentare un potenziale meccanismo patogenetico per la recidiva delle BPPV di origine traumatica. 

Fonte: Acta Otolaryngol online 2019




 
Per visualizzare tutte le notizie di MSD Salute, accedi con le tue credenziali o registrati gratuitamente.