cookies

Emofilia e sport: profilassi a dosi intermedie o elevate?

Sono state riportate differenze sia nel trattamento che negli esiti per i soggetti con emofilia sotto profilassi a dosi intermedie, come accade in Svezia, o elevate, come accade in Olanda, ma la potenziale influenza di questa scelta sulla partecipazione agli sport non è stata sinora considerata.

E'stato dunque condotto uno studio allo scopo di paragonare la partecipazione agli sport e gli esiti clinici di soggetti emofiliaci svedesi ed olandesi. Sono stati presi in considerazione 71 pazienti adulti con emofilia, di cui 43 olandesi e 28 svedesi, a cui sono stati sottoposti questionari sullo sport.

Tutti i partecipanti praticavano sport, ed il 59,2% di essi anche sport ad alto rischio, spesso anche più di una volta alla settimana. 

I soggetti olandesi hanno dimostrato un significativo declino correlato all’età nella partecipazione agli sport ad alto rischio, nella salute articolare e nella funzionalità fisica, a differenza dei soggetti svedesi.

La partecipazione agli sport comunque non è risultata associata ad emorragie. I risultati dello studio hanno evidenziato un vantaggio nel tempo per i pazienti svedesi, trattati con profilassi ad alte dosi, che non hanno manifestato alcuna riduzione correlata all’età nella partecipazione agli sport, nella salute articolare o nella funzionalità fisica. 

Fonte: Haemophilia online 2019
 
Per visualizzare tutte le notizie di MSD Salute, accedi con le tue credenziali o registrati gratuitamente.