cookies
 
Imagen News

Asma: antibiotici connessi a degenze più prolungate

15-03-2019
Popular Science
 
 

L’uso di antibiotici nei pazienti ricoverati per asma riacutizzato potrebbe portare ad un prolungamento della degenza ed all’aumento dei costi, senza alcuna riduzione nel rischio di fallimento del trattamento.


Lo rivela uno studio condotto su 543 ospedali statunitensi da Michaela Stefan dell’università del Massachussets, secondo cui si tratta di dati innovativi che riflettono l’esperienza di pazienti non selezionati trattati in contesti di routine, ed essi supportano fortemente le attuali linee guida che sconsigliano l’uso di antibiotici in assenza di infezioni concomitanti.


Di fatto può darsi che gli antibiotici vengano somministrati preferenzialmente ai pazienti con patologia maggiormente acuta, ma nel presente studio l’impiego di diverse tecniche statistiche ha aiutato a limitare questo effetto interferente.


Data la natura osservazionale dello studio stesso, comunque, i risultati dimostrano un’associazione fra durata della degenza ed uso di antibiotici, ma non possono provarne la causalità.

Sono ora necessarie ulteriori ricerche allo scopo di migliorare i programmi di controllo della somministrazione di antibiotici nel contesto dell’asma.


Fonte: JAMA Intern Med online 2019



IT-NON-00107-W-03/2021




 
Per visualizzare tutte le notizie di MSD Salute, accedi con le tue credenziali o registrati gratuitamente.