cookies
 
Imagen News

BPCO e sospetto infarto: ruolo dell’ossigenoterapia

15-05-2019
Popular Science
 
 
Lo studio  DETO2X-AMI non ha riscontrato alcun beneficio dell’ossigeno-terapia rispetto all’aria ambiente nei pazienti normossiemici con sospetto infarto miocardico. I pazienti con BPCO potrebbero sia trarre beneficio che venire danneggiati dall’integrazione dell’ossigeno.

E' stato pertanto valutato l’effetto dell’ossigenoterapia di routine rispetto all’aria ambiente nei pazienti normossiemici con BPCO e con sospetto infarto miocardico acuto. 

In base a quanto osservato su 6.629 pazienti, l’ossigenoterapia rispetto all’aria ambiente non risulta correlata ad alcun miglioramento degli esiti nell’arco di un anno in termini di mortalità, salute cardiovascolare generale, insufficienza cardiaca o ricoveri per infarto acuto, ma non sono state riscontrate interazioni significative fra il trattamento e la BPCO.

Per quanto i pazienti con BPCO abbiano manifestato una mortalità doppia rispetto a quella degli altri, la presente analisi non ha apportato alcuna evidenza del fatto che l’integrazione dell’ossigeno sia di beneficio rispetto all’aria ambiente nei pazienti con BPCO e sospetto infarto, confermando quindi i risultati dello studio iniziale. 

Fonte: Eur Heart J Acute Cardiovasc Care online 2019

IT-NON-00348-W-05/2021

 
Per visualizzare tutte le notizie di MSD Salute, accedi con le tue credenziali o registrati gratuitamente.