cookies

29-11-2019

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumore seno: terapia di gruppo per accettare meglio rischio recidive

(Reuters Health) – La psicoterapia nota come acceptance-an-commitment (ACT), condotta in gruppo, ridurrebbe la paura delle recidive del tumore del seno (FCR). È il risultato di uno studio pilota pubblicato su Cancer e guidato da Shelley Johns, dell'Università dell'Indiana di Indianapolis, negli USA.

Secondo gli autori, fino al 70% dei sopravvissuti a un tumore del seno riferisce di avere il timore di una recidiva clinicamente significativo. La terapia cognitivo-comportamentale, in questi casi, è un intervento psicoterapico comune in questi pazienti, ma le dimensioni dell'effetto riportato sono limitate.

Johns e colleghi hanno quindi condotto uno studio pilota randomizzato confrontando l'ACT di gruppo con un intervento educazionale sulla sopravvivenza e un miglioramento delle cure, su 91 sopravvissuti di cancro del seno con segni clinici di FCR.

Nel complesso, il 94,5% dei partecipanti ha concluso lo studio. E dai risultati è emerso che la gravità della FCR sei mesi dopo l'intervento era inferiore con tutti i metodi di trattamento, ma solo con ACT è stato evidenziato un risultato statisticamente significativo.

“La cosa più interessante è stata la superiorità dell'ACT sia sull'educazione alla sopravvivenza che sulle cure migliorate per ridurre la paura della ricorrenza a sei mesi dall'intervento”, ha dichiarato Johns, secondo la quale, “sebbene ipotizzavamo già una superiorità dell'ACT, siamo rimasti sorpresi dall'entità dell'effetto rispetto ad altri metodi”.

“Nei nostri gruppi ACT si impara a concentrarsi sul momento presente attraverso pratiche di consapevolezza-meditazione e ad accettare la paura con maggiore facilità. Inoltre, si chiariscono i valori e si stabiliscono obiettivi settimanale basati sui valori della propria vita”, ha aggiunto l'esperta.

Secondo Louise Sharpe, dell'Università di Sydney, che ha commentato la ricerca alla Reuters Helath, “la FCR è un problema e risponde ai trattamenti psicologici e i medici dovrebbero inviare i pazienti che hanno alti livelli di paura e preoccupazione a queste terapie”.

Fonte: Cancer

IT-NON-01305-W-12/2021

 

Le ultime notizie

01-06-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Otturazioni: qualità assistenziale predice fallimento precoce?

Uno studio, di natura prospettica, ha dimostrato che la qualità assistenziale valutata dallo staff o dal personale infermieristico dentale in ambulatorio predice il rischio di sostituzione delle otturazioni dentali effettuate per via di una diagnosi di carie nell’arco di 3 anni.

By Popular Science

01-06-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Ridurre la pressione giova alla cognizione: altre evidenze

La riduzione della pressione è connessa ad una significativa riduzione del rischio di demenza e deficit cognitivi, come emerge dalla più recente ed ampia analisi in materia. Una possibile spiegazione consiste nel fatto che la demenza è un processo multi-dominio che può impiegare anni a svilupparsi.

By Popular Science

01-06-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Hiv rimodella linfociti T endometriali

Il tratto riproduttivo femminile rappresenta il più comune sito di infezione durante la trasmissione dell’Hiv alle donne, ma il rimodellamento virale complica la caratterizzazione delle cellule colpite dall’infezione. Il rimodellamento delle cellule genitali da parte dell’Hiv comprende l’inibizione delle componenti del complesso TCR e la modulazione dell’espressione dei recettori delle chemochine atta a promuovere la disseminazione delle cellule infette ai follicoli linfoidi.

By Popular Science

01-06-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Depressione: efficace yoga basato sul movimento

Lo yoga basato sul movimento sembra alleviare i sintomi depressivi in un’ampia gamma di disturbi mentali, come suggerito dalla revisione con meta-analisi di 19 studi.

By Popular Science

01-06-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Idrosadenite suppurativa: patogenesi e qualità della vita

L’idrosadenite suppurativa (HS) è una patologia infiammatoria cronica della cute che danneggia gravemente la qualità della vita del paziente. La variazione fenotipica rende difficoltose sia la diagnosi che la valutazione della gravità. L’ecografia rappresenta uno strumento diagnostico emergente per le lesioni profonde

By Popular Science