cookies

23-01-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Prevalenza globale dell’Hcv nei bambini nel 2018

Le stime della prevalenza dell’Hcv per gli adulti ed i gruppi ad alto rischio sono state largamente pubblicate, ma il carico della malattia nei bambini è stato scarsamente compreso.

I farmaci antivirali ad azione diretta, che sono considerati terapie curative altamente attive per l’Hcv, sono stati oggi approvati per le popolazioni pediatriche anche di soli 3 anni. Sono dunque necessarie stime affidabili della prevalenza della malattia in questa popolazione onde informare la progressione del trattamento e le strategie nazionali.

E’ stata condotta un’analisi che combina la creazione di un modello su dati passati ed i lavori epidemiologici effettuati in 104 nazioni e territori allo scopo di stimare la prevalenza globale dell’Hcv nei bambini nel 2018.

La stima globale della prevalenza viremica nella popolazione di 10-18 anni era dello 0-13%, che corrisponde a 3-26 milioni di bambini infetti nel 2018. La prevalenza dell’Hcv aumenta con l’età in tutte le nazioni ed in tutti i territori, e la sua prevalenza nelle donne in età fertile era il più forte fattore predittivo della prevalenza nei bambini di 0-4 anni.

La prevalenza dell’Hcv negli adulti risultava significativamente associata a quella nella popolazione di 5-19 anni, e la proporzione di infezioni da Hcv nei soggetti che fanno uso di droghe iniettive risulta significativamente associata alla prevalenza dell’Hcv nella popolazione di 15-19 anni.

La maggior parte degli studi sulla prevalenza dell’Hcv nei bambini è incentrata sui gruppi ad alto rischio e sulle aree geografiche ad elevata endemia.

La presente analisi fornisce stime della prevalenza globale dell’Hcv nella popolazione pediatrica. Il trattamento nella popolazione pediatrica richiede una gestione clinico-sanitaria diversa da quella degli adulti.

Data l’eterogeneità riscontrata, eventuali stime della prevalenza dell’Hcv specifiche per territori, nazioni o fasce d’età potrebbero aiutare le diverse nazioni a migliorare le strategie locali di eliminazione dell’Hcv. 

Fonte: Lancet Gastroenterol Hepatol online 2020

IT-NON-01506-W-01/2022

 

Le ultime notizie

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori rettali: attesa vigile non compromette gli esiti

In uno studio condotto ad Amsterdam su 387 pazienti con tumori rettali bassi che vanno incontro a una risposta incompleta alla chemio-radioterapia, l'attesa vigile si è dimostrata ancora una volte una strategia efficace.

By Popular Science

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Trapianto di rene pediatrico: sopravvivenza in miglioramento

La sopravvivenza a seguito di un trapianto di rene durante l’infanzia o l’adolescenza è migliorata in modo sostanziale nell’ultimo decennio, come emerge da un’analisi dei dati del registro AZDATA

By Popular Science

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Lesioni muscolo-scheletriche, la colpa è anche del sonno

Gli adulti sani che dormono almeno otto ore a notte hanno meno probabilità di procurarsi lesioni comuni nel corso dell’attività fisica. E’ quanto emerge da uno studio condotto su un campione di militari USA e pubblicato da Sleep Health.

By Reuters Health News

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori gastrici: una patologia rara nel prossimo futuro

Si prevede che l’incidenza dei tumori gastrici cali sino ad arrivare a livelli rari in molte nazioni entro il 2035, mentre altre continueranno a sperimentarne tassi elevati. Questi dati si basano su un’indagine che ha preso in considerazione 92 registri di 34 nazioni.

By Popular Science

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Attività fisica riduce rischio nefropatie

Le persone che fanno molta attività fisica possono avere meno probabilità di sviluppare nefropatie croniche rispetto alle loro controparti più sedentarie. E' quanto emerge da uno studio condotto su quasi 200.000 soggetti dall'Università di Hong Kong

By Popular Science