cookies

13-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Chirurgia anti-incontinenza migliora funzionalità sessuale nelle donne

La chirurgia per l’incontinenza da stress è associata ad un significativo miglioramento della funzionalità sessuale femminile nell’arco di 24 mesi dopo l’intervento. Più di un quarto di tutte le donne adulte, presenta incontinenza urinaria, e le disfunzioni sessuali femminili aumentano in parallelo con la gravità dell’incontinenza urinaria da stress.

Tuttavia è rimasto sinora poco chiaro se la chirurgia anti-incontinenza migliorasse la funzionalità sessuale nelle donne. 

La risposta giunge da un’indagine condotta sui dati degli studi SISTEr e TOMUS, effettuata da Stephanie Glass Clark del Virginia Commonwealth University Health System di Richmond, che ha osservato significativi miglioramenti sia nella funzionalità sessuale complessiva che in patologie specifiche fra cui incontinenza ricorrente, prolasso e dolore.

Il fallimento post-operatorio è risultato associato ad una peggiore funzionalità sessuale, mentre i concomitanti interventi di riparazione dei prolassi sono significativamente associati ad una migliore funzionalità sessuale dopo la chirurgia.

Questi dati contribuiscono alla mole di letteratura in aumento sulla funzionalità sessuale post-operatoria a seguito di interventi anti-incontinenza comuni. Lo studio, insieme ad altri, suggerisce anche una possibile associazione fra incontinenza urinaria e disfunzioni sessuali. 

Fonte: Obstet Gynecol online 2020

 

Le ultime notizie

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori rettali: attesa vigile non compromette gli esiti

In uno studio condotto ad Amsterdam su 387 pazienti con tumori rettali bassi che vanno incontro a una risposta incompleta alla chemio-radioterapia, l'attesa vigile si è dimostrata ancora una volte una strategia efficace.

By Popular Science

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Trapianto di rene pediatrico: sopravvivenza in miglioramento

La sopravvivenza a seguito di un trapianto di rene durante l’infanzia o l’adolescenza è migliorata in modo sostanziale nell’ultimo decennio, come emerge da un’analisi dei dati del registro AZDATA

By Popular Science

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Lesioni muscolo-scheletriche, la colpa è anche del sonno

Gli adulti sani che dormono almeno otto ore a notte hanno meno probabilità di procurarsi lesioni comuni nel corso dell’attività fisica. E’ quanto emerge da uno studio condotto su un campione di militari USA e pubblicato da Sleep Health.

By Reuters Health News

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori gastrici: una patologia rara nel prossimo futuro

Si prevede che l’incidenza dei tumori gastrici cali sino ad arrivare a livelli rari in molte nazioni entro il 2035, mentre altre continueranno a sperimentarne tassi elevati. Questi dati si basano su un’indagine che ha preso in considerazione 92 registri di 34 nazioni.

By Popular Science

24-02-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Attività fisica riduce rischio nefropatie

Le persone che fanno molta attività fisica possono avere meno probabilità di sviluppare nefropatie croniche rispetto alle loro controparti più sedentarie. E' quanto emerge da uno studio condotto su quasi 200.000 soggetti dall'Università di Hong Kong

By Popular Science