cookies

24-03-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Cardiochirurgia, bypass cardiopolmonare e funzionalità piastrinica

E’ stato condotto uno studio atto ad accertare se la ROTEM piastrinica possa apportare informazioni addizionali rispetto alla normale analisi ROTEM per guidare il trattamento con trasfusioni piastriniche in cardiochirurgia e identificare i fattori scatenanti della somministrazione di piastrine.

Le piastrine infatti svolgono un ruolo cruciale nella coagulazione e nell’emostasi nel contesto della cardiochirurgia. Un sanguinamento eccessivo dopo un bypass cardio-polmonare, di solito richiede trasfusioni di prodotti ematici, comprese le piastrine.

La ROTEM piastrinica è una nuova analisi point-of-care da effettuare sul sangue intero. Su un campione di 23 pazienti, ROTEM e ROTEM piastrinica risultavano significativamente ridotte fra la fase precedente all’induzione dell’anestesia e quella successiva al bypass cardio-polmonare e all’inversione protaminica, ma i parametri ROTEM sono migliorati significativamente a seguito delle trasfusioni piastriniche.

Per quanto riguarda la ROTEM piastrinica, soltanto il parametro denominato TRAP-tem è aumentato fra la fase successiva al bypass e quella successiva alla trasfusione piastrinica.

I fattori scatenanti delle trasfusioni piastriniche comprendevano lunga durata dell’intervento e durata del bypass cardio-polmonare. Alla ROTEM piastrinica con attivazione trombinica, dunque, l’indice TRAP-tem è migliorato significativamente, il che indica che la trasfusione di piastrine potrebbe invertire le disfunzioni piastriniche indotte dal bypass cardio-polmonare. 

Sono necessari ulteriori studi allo scopo di valutare se TRAP-tem possa divenire un’analisi convalidata riguardo le indicazioni per la trasfusione di piastrine a seguiti di interventi cardio-chirurgici estensivi. 

Fonte: Trasfus Med online 2020

IT-NON-01879-W-03/2022

 

Le ultime notizie

10-04-2020

Medici di PS: meno stress con pochi minuti di pet therapy

La pet therapy di pochi minuti con un cane può aiutare medici e infermieri di pronto soccorso a ridurre parzialmente lo stress. L’evidenza emerge da un piccolo studio condotto dalla Indiana University School of Medicine di Indianapolis.

By Reuters Health News

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Cardiochirurgia ed emodiluizione normovolemica acuta

I pazienti sottoposti a cardiochirurgia  che richiedono un bypass cardiopolmonare sono a rischio di coagulopatie ed emorragie che richiedono trasfusioni di prodotti ematici. L’emodiluizione normovolemica acuta (ANH) è una tecnica di conservazione del sangue che può ridurre trasfusioni ed emorragie associate alla cardiochirurgia.

By Popular Science

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori mammari: nelle donne a rischio avvisi via mail poco efficaci

By Popular Science

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori ginecologici: giovani a rischio perdita d’osso precoce

Uno studio condotto dall'Università del Winsconsin sottolinea come le giovani trattate per tumori uterini o ovarici presentino un incremento del rischio di riduzione della BMD e di osteoporosi nel primo anno dopo la diagnosi, e pertanto dovrebbero essere controllate per individuare eventuali cambiamenti ossei

By Popular Science

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori mammari: ruolo causale dell’IGF-1

Le donne con elevati livelli di IGF-1 potrebbero presentare un incremento del rischio di tumore mammario, come dimostra uno studio condotto su 206.263 pazienti che si è basato sia su tecniche epidemiologiche,sia su analisi genetiche.

By Popular Science