cookies

25-03-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Sindrome FAP e gestione degli adenomi ampollari

Gli adenomi ampollari nei pazienti con sindrome della poliposi adenomatosa familiare (FAP) dovrebbero essere gestiti mediante ampollectomia endoscopica seguita da un’attenta sorveglianza per le recidive, come emerge da uno studio condotto su 137 pazienti.

Gli adenomi ampollari sono lesioni pre-maligne che possono progredire verso l’adenocarcinoma, ma attualmente non sussistono adenomi consensuali sulla loro gestione e sorveglianza ottimale: l’attuale approccio agli adenomi ampollari associati alla FAP consiste nella sorveglianza endoscopica intensiva seguita da resezione quando l’adenoma cresce al di là dei 10 mm o in presenza di displasia di grado elevato.

Come affermato dall’autore Jeffrey Lee dell’università del Texas, la gestione delle lesioni ampollari è difficile in assenza di consenso sull’approccio da adottare: data la loro natura indolente, i pazienti con FAP possono essere potenzialmente gestiti con la sola sorveglianza nel caso in cui le lesioni non siano avanzate, ma nei pazienti con lesioni sporadiche o adenomi avanzati andrebbe effettuato ogni sforzo per indirizzare il paziente alla resezione endoscopica, dato l’elevato grado di successo tecnico ed il basso tasso di effetti collaterali, anche se il monitoraggio intensivo rimane fondamentale data la frequenza delle recidive.

L’impiego della pancreatoduodenectomia dovrebbe infine essere riservato alla terapia di seconda linea oppure ai pazienti con lesioni maligne data l’invasività dell’intervento. 

Fonte: Gastrointest Endosc online 2020

IT-NON-01887-W-03/2022

 

Le ultime notizie

10-04-2020

Medici di PS: meno stress con pochi minuti di pet therapy

La pet therapy di pochi minuti con un cane può aiutare medici e infermieri di pronto soccorso a ridurre parzialmente lo stress. L’evidenza emerge da un piccolo studio condotto dalla Indiana University School of Medicine di Indianapolis.

By Reuters Health News

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Cardiochirurgia ed emodiluizione normovolemica acuta

I pazienti sottoposti a cardiochirurgia  che richiedono un bypass cardiopolmonare sono a rischio di coagulopatie ed emorragie che richiedono trasfusioni di prodotti ematici. L’emodiluizione normovolemica acuta (ANH) è una tecnica di conservazione del sangue che può ridurre trasfusioni ed emorragie associate alla cardiochirurgia.

By Popular Science

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori mammari: nelle donne a rischio avvisi via mail poco efficaci

By Popular Science

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori ginecologici: giovani a rischio perdita d’osso precoce

Uno studio condotto dall'Università del Winsconsin sottolinea come le giovani trattate per tumori uterini o ovarici presentino un incremento del rischio di riduzione della BMD e di osteoporosi nel primo anno dopo la diagnosi, e pertanto dovrebbero essere controllate per individuare eventuali cambiamenti ossei

By Popular Science

10-04-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori mammari: ruolo causale dell’IGF-1

Le donne con elevati livelli di IGF-1 potrebbero presentare un incremento del rischio di tumore mammario, come dimostra uno studio condotto su 206.263 pazienti che si è basato sia su tecniche epidemiologiche,sia su analisi genetiche.

By Popular Science