cookies

21-05-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori cutanei non melanomatosi ad alto rischio

I tumori cutanei non melanomatosi ad alto rischio di testa e collo potrebbero essere identificati mediante una varietà di fattori di rischio oncologici, fra cui la posizione su labbra o orecchie, le dimensioni superiori a 2 cm, le recidive, lo stato di immunocompromissione del paziente, la scarsa differenziazione tumorale, uno spessore superiore a 6 mm, una profondità di invasione di livello V nella scala di Clark e la presenza di diffusione perineurale.

L’escissione chirurgica rappresenta il cardine del trattamento, e la chirurgia micrografica di Mohs viene tipicamente preferita rispetto all’escissione chirurgica standard.

Nella ricostruzione di questi difetti, la garanzia della negatività dei margini è della massima importanza, e si raccomanda di ritardare la ricostruzione sino a quanto non si ottiene la conferma dello status dei margini.

E’ importante prestare attenzione all’impatto dell’immunosoppressione e della terapia radiante aggiuntiva sulla guarigione della ferita ai fini di un esito cosmetico ottimale.

Per quanto riguarda i tumori ad alto rischio, è imperativo mantenere uno stretto monitoraggio e la sorveglianza di questi pazienti. 

Facial Plast Surg 2020; 36: 141-7

IT-NON-02287-W-05/2022

 

Le ultime notizie

28-05-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

IBD: con 6 mesi di dieta mediterranea migliorano nutrizione e steatosi

Ai pazienti con malattia infiammatoria intestinale (Ibd) sono sufficienti sei mesi di dieta mediterranea per poter apprezzare miglioramenti significativi nei parametri legati alla malnutrizione e nella steatosi. L’evidenza emerge da uno studio condotto da un team dell’Università di Cagliari

By Reuters Health News

28-05-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Hiv: dolore diffuso correlato a qualità del sonno

Uno studio ha valutato l'associazione tra dolore diffuso e qualità del sonno in soggetti con Hiv e soggetti di controllo Hiv-negativi. I soggetti con dolore diffuso e regionale hanno riportato costantemente una qualità del sonno peggiore in tutti i parametri autoriportati rispetto ai soggetti senza dolore

By Popular Science

28-05-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumori polmonari: due nuove mutazioni germinali aumentano il rischio

Due nuove varianti genetiche germinali di recente identificazione sono associate ad un incremento del rischio di tumori polmonari. La prima riguarda il gene ATM, la seconda il gene KIAA0930

By Popular Science

28-05-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

T. polmone: stop al fumo 2 anni prima della diagnosi allunga la vita

Smettere di fumare prima di una diagnosi di tumore polmonare è associato ad un beneficio in termini di sopravvivenza, anche se la cessazione del fumo è stata recente. Uno studio del del Princess Margaret Cancer Center di Toronto ha individuato una soglia di 2 anni di anticipo.

By Popular Science

28-05-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

BPCO riacutizzata: purulenza espettorato predice infezioni batteriche

E’ stata condotta una revisione sistematica con meta-analisi della letteratura per valutare la purulenza dell’espettorato come criterio di indicazione degli antibiotici nella BPCO riacutizzata. Rispetto all’espettorato mucoide, quello purulento presenta una probabilità significativamente più elevata di risultare positivo alla presenza batterica all’esame colturale.

By Popular Science