cookies

17-09-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Nuovo prototipo di pelle sensibile al dolore

È stata sviluppata una pelle artificiale che reagisce al dolore proprio come la quella reale. Questa scoperta potrebbe aprire la strada a protesi migliori, a una robotica più intelligente e ad alternative agli innesti cutanei non invasive. Il prototipo riesce a replicare elettronicamente il modo in cui la pelle umana percepisce il dolore.

Il dispositivo imita il meccanismo di feedback quasi istantaneo del corpo e può reagire alle sensazioni dolorose con la stessa velocità con cui i segnali nervosi viaggiano verso il cervello.

Finora, nessuna macchina era riuscita a imitare in modo realistico la sensazione di dolore: i materiali erano in grado di “sentire” attraverso la pelle artificiale, ma non di reagire quando la sensazione diventava appunto dolorosa.

Oltre che per protesi sempre più intelligenti, questi materiali potrebbero essere utilizzati anche per innesti cutanei non invasivi, laddove l’approccio tradizionale non sia praticabile o non abbia funzionato.

Il meccanismo di feedback di questa pelle artificiale, è inoltre in grado di misurare la differenza di dolore, distinguendo per esempio tra una punta di spillo o una coltellata.

Fonte: Advanced Intelligent Systems

 

Le ultime notizie

21-10-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Tumore del seno: da analisi geni DRG prognosi a tre e cinque anni

Un gruppo di ricercatori cinesi ha identificato otto geni correlati alla riparazione del Dna in grado di prevedere a tre e cinque anni la sopravvivenza nelle donne con tumore del seno

By Reuters Health News

21-10-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Vitamina D e integrazione di calcio nel cancro alla pelle non melanoma

Secondo quanto suggerisce un recente studio. l'integrazione alimentare con il solo calcio o in combinazione con la vitamina D ridurrebbe il rischio di carcinoma cutaneo squamocellulare invasivo (Scc) ma non di carcinoma basocellulare (Bcc),

By Popular Science

21-10-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Un nuovo marcatore promettente nella lotta contro il melanoma

Uno studio ha fatto emergere come i pazienti con alti livelli di Dna tumorale circolante (ctDna), un importante indicatore del cancro nel sangue, possano potenzialmente beneficiare di un trattamento più aggressivo come prima linea di difesa contro il melanoma.

By Popular Science

21-10-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Leucemia: la MMR parametro per prevedere la sopravvivenza

Una meta-analisi, pubblicata dalla rivista JAMA Oncology, mostra che nella leucemia mieloide acuta la presenza di malattia minima residua è correlata a una minore sopravvivenza libera da malattia e a una minore sopravvivenza globale.

By Popular Science

21-10-2020

TEMPO DI LETTURA 1 MIN

Attività fisica e sonno nei pazienti con artrite

Un nuovo studio ha esaminato i modelli di attività fisica 24 ore su 24 e il sonno tra i pazienti con artrite reumatoide, lupus e osteoartrite del ginocchio. Sono emersi quattro profili con differenze caratterizzate dal tempo trascorso a dormire.

By Popular Science